Contributi a favore di progetti di aggregazione in rete

IN EVIDENZA
PEC: comunicare con la PA

 

Riferimenti

  • Legge regionale 4 aprile 2013, n. 4 , artt. 2, 5, 6, 13, 14,15,16, 17, 18, 19, 20, 21, 22.
  • Regolamento approvato con DPReg. n. 042/Pres. del 21/03/2014 pubblicato sul BUR n. 14 del 02/04/2014 (Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione di incentivi per la realizzazione di progetti di aggregazione in rete, in attuazione dell’articolo 15 della legge regionale 4 aprile 2013, n. 4).
  • Regolamento emanato con Decreto del Presidente della Regione 17 luglio 2014, n. 149/Pres e pubblicato sul BUR n. 31 del 30 luglio 2014 (Regolamento di modifica al Regolamento concernente criteri e modalità per la concessione degli incentivi per la realizzazione di progetti di aggregazione in rete, in attuazione dell’articolo 15 della legge regionale 4 aprile 2013, n. 4, emanato con decreto del Presidente della Regione 21 marzo 2014, n. 42);
  • La scheda di attività relativa alla Linea d’Azione 1 – Attività 9.1.a Linea di intervento 9.1.a.3 – Sostegno alle reti di impresa;
  • DGR n. 2004 del 31/10/2014 con la quale sono state approvate le Direttive 2014 per la disciplina delle funzioni delegate a Unioncamere FVG.
Beneficiari
Ai sensi dell'articolo 16 della legge regionale 4/2013, sono beneficiarie degli incentivi le PMI che partecipano al progetto di aggregazione in rete. I progetti prevedono sempre la partecipazione di piccole imprese e/o di microimprese.
Le PMI beneficiarie alla data di presentazione della domanda, devono possedere i seguenti requisiti:
a) essere iscritte al Registro delle imprese della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura, nel prosieguo “CCIAA”, competente per territorio;
b) essere attive;
c) avere sede legale o unità operativa/e, presso cui è realizzato il progetto, nel territorio regionale;
d) non essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali, quali fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo, amministrazione controllata o straordinaria.
 
Si segnala che a decorrere dal 1° gennaio 2013 è entrato in vigore il DL 95/2012 (spending review) il quale all'art. 4 comma 6 stabilisce: ...Gli enti di diritto privato di cui agli articoli da 13 a 42 del codice civile, che forniscono servizi a favore dell'amministrazione stessa, anche a titolo gratuito, non possono ricevere contributi a carico delle finanze pubbliche..

Aree di applicazione
Regione Friuli Venezia Giulia

Progetti ed iniziative ammissibili
Sono ammissibili i progetti di aggregazione in rete aventi ad oggetto, alternativamente:
a) lo sviluppo di una rete d'impresa già formalmente costituita;
b) la stipulazione di un contratto di rete entro sei mesi dalla data di concessione dell'incentivo.

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese, specificate ai commi 2, 3 e 4 dell’art. 8, sostenute nelle tre diverse fasi di sviluppo del progetto di aggregazione in rete:
a) propedeutica di orientamento, formazione e creazione della rete;
b) di predisposizione;
c) di realizzazione.
 
Agevolazioni
L’intensità dell’incentivo concedibile è pari al 50 per cento della spesa ammissibile, salvo che l’impresa abbia richiesto un’intensità minore. L’importo massimo dell’incentivo concedibile, ai sensi dell’articolo 21, comma 2, della legge regionale 4/2013, è pari a 150.000 euro. Il limite massimo dell’incentivo concedibile a copertura delle spese relative al microcredito è pari a 1.000 euro per le spese relative al microcredito di cui alla lettera a) del comma 4 bis dell’articolo 8 ed a 500 euro per le spese relative al microcredito di cui alla lettera b) del comma 4 bis dell’articolo 8.
L'importo minimo della spesa ammissibile, ai sensi dell'art. 21, comma 3, della legge regionale 4/2013, è pari a 20.000 euro.

Regimi d'aiuto
Gli incentivi sono concessi in applicazione del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”, pubblicato nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea serie L 352 del 24 dicembre 2013. Nel caso in cui i beneficiari siano imprese che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli, gli incentivi sono concessi in applicazione del regolamento (UE) n. 1408/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013.

Termini
I termini per la presentazione delle domande decorrono dalle ore 09.15 del giorno 30/03/2015 alle ore 16.30 del giorno 29/04/2015.

Si precisa che per  “data e ora di ricezione” si intendono la data e l’ora in hh:mm:ss come attestate dal file “daticert.xlm” di certificazione del messaggio generato dal sistema in allegato alla PEC e contenente le informazioni relative alla ricevuta di accettazione del messaggio di posta elettronica certificata inviata dall’impresa capofila.

Modalità di presentazione delle domande e concessione degli incentivi
La domanda, inviata dall’impresa capofila, può essere presentata esclusivamente:
  1. tramite posta elettronica certificata (PEC), in conformità alle norme vigenti in materia;
  2. dalla casella PEC dell’impresa capofila;
  3. e sottoscritta con firma digitale del legale rappresentante dell’impresa capofila.


La domanda, compilata utilizzando a pena di inammissibilità la modulistica pubblicata sul sito www.regione.fvg.it, su www.fvg.camcom.it, e sui siti delle singole Camere di commercio, dovrà essere inviata esclusivamente all’indirizzo PEC della CCIAA competente per territorio come di seguito indicato:

  • CCIAA DI GORIZIA: fondogorizia@go.legalmail.camcom.it
  • CCIAA DI PORDENONE: cciaa@pn.legalmail.camcom.it
  • CCIAA DI TRIESTE: cciaa@ts.legalmail.camcom.it
  • CCIAA DI UDINE: cciaa@ud.legalmail.camcom.it 


Lo schema di domanda si compone di:
a) relazione illustrativa del progetto, con indicazione della relativa durata;
b) preventivo e piano di spesa;
c) nel caso del ricorso al manager di rete, curriculum vitae del manager di rete, con relazione sulla qualificazione e l’esperienza maturata, con particolare riferimento alla natura della prestazione da svolgere;
d) documentazione, dichiarazioni e notizie necessarie alla verifica dei requisiti richiesti per l’accesso all’incentivo e per l’applicazione dei criteri di cui all’allegato B;
e) modalità di pagamento dell’imposta di bollo.

La medesima aggregazione di imprese in rete non può presentare più di una domanda di incentivo ai sensi del presente regolamento per ciascun anno solare.

Procedure
Gli incentivi sono concessi dal soggetto gestore tramite procedimento valutativo a graduatoria ai sensi dei commi 1, 2 e 6 dell’articolo 36 della LR 7/2000, nell’ambito di specifiche graduatorie su base provinciale. L’approvazione delle graduatorie provinciali e la concessione degli incentivi da parte del soggetto gestore hanno luogo entro novanta giorni dalla scadenza del termine finale di presentazione delle domande indicato nell’avviso pubblicato dal soggetto gestore ai sensi dell’articolo 11, comma 2, riscontrato il mantenimento dei requisiti di cui all’articolo 6, commi 2 e 3. Il soggetto gestore comunica l’approvazione della graduatoria e l’adozione del provvedimento di concessione degli incentivi entro i quindici giorni successivi all’impresa capofila.

 

Riferimenti Uniocamere per informazioni

Camera di Commercio di Gorizia
Responsabile procedimento: Pierluigi Medeot
Responsabile istruttoria: Cristina Pozzo, Paola Vidoz, Giuliana D’Acierno
Tel. 0481 384261 - 0481 384239 – 0481 384223
email fondo.gorizia@go.camcom.it
PEC fondogorizia@go.legalmail.camcom.it
http://www.go.camcom.it (link esterno)

Camera di Commercio di Pordenone
Responsabile procedimento: Cinzia Piva
Responsabile istruttoria: Cristina Biasizzo, Carmen D’Itria
Tel. 0434 381224 – 0434 381242
email contributi@pn.camcom.it
PEC cciaa@pn.legalmail.camcom.it
http://www.pn.camcom.it (link esterno)

Camera di Commercio di Trieste
Responsabile procedimento: Francesco Auletta
Responsabile istruttoria: Sonja Milisavljevic
Tel. 040 6701403
email contributi@ariestrieste.it
PEC cciaa@ts.legalmail.camcom.it
http://www.ariestrieste.it (link esterno)

Camera di Commercio di Udine
Responsabile procedimento: Tiziano Giacomello
Responsabile istruttoria: Cristina Mazzoran, Dania Negroni
Tel. 0432 273583 – 0432 273525
email contributi@ud.camcom.it
PEC cciaa@ud.legalmail.camcom.it
http://www.ud.camcom.it (link esterno)

Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:40
ċ
Allegato A_Domanda.rtf
(345k)
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:40
Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 00:56
Ċ
Sistemi Informativi,
13 mar 2015, 04:20
Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:41
ċ
all1_reti_requisitibeneficiari.rtf
(278k)
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:41
Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:41
ċ
all2_reti_relazione illustrativa.rtf
(690k)
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:41
Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:41
ċ
all2bis_reti_dichiaraz singola impresa.rtf
(600k)
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:41
Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:41
ċ
all3_reti_dich_requisiti_dimensionali.rtf
(656k)
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:42
Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:42
ċ
all4__reti_dich_de minimis.rtf
(738k)
Marco Penzi,
27 feb 2015, 01:42
Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 00:40
ċ
fac simile fideiussione SINGOLA.rtf
(128k)
Sistemi Informativi,
25 gen 2016, 01:49
ċ
fac simile fideiussione UNICA.rtf
(163k)
Sistemi Informativi,
25 gen 2016, 01:49
ċ
richiesta di anticipo SINGOLA.rtf
(275k)
Sistemi Informativi,
25 gen 2016, 01:49
ċ
richiesta di anticipo UNICA.rtf
(256k)
Sistemi Informativi,
25 gen 2016, 01:49
Ċ
Marco Penzi,
27 feb 2015, 00:40